Convenzione ASL

Il Servizio Sanitario Nazionale fornisce gratuitamente alle persone che ne hanno una ridotta funzione visiva i dispositivi indispensabili per le attività del quotidiano.

Tutte le tipologie di ausilio che possono essere utili ad una persona ipovedente sono riportate in un elenco ufficiale nazionale, chiamato Nomenclatore tariffario, che definisce la spesa sostenuta dalla Azienda Sanitaria Locale per ogni avente diritto.
Poichè il Nomenclatore tariffario è molto datato, i prodotti innovativi vengono “ricondotti” alle voci coerenti per funzione.

L’Azienda sanitaria locale prescrive gli ausili necessari: lenti, occhiali o apparecchiature che permettono alla persona con disabilità di compiere un atto che non potrebbe fare in condizioni normali. La richiesta deve essere riportata da un medico specialista in oftalmologia del SSN (dipendente o convenzionato) su un modello prestampato dell’Ufficio Protesi della ASL di residenza.
Gli occhiali da vista in quanto dispositivi medici su misura vengono realizzati da un ottico abilitato, che tradurrà le richieste relative alla specifica prescrizione medica in un preventivo di spesa, interamente o in parte coperto dal nomenclatore tariffario, da allegare alla stesso modello della ASL insieme al certificato di invalidità.

L’ottico optometrista che realizza l’occhiale su misura attesta che l’ausilio è destinato ad essere utilizzato esclusivamente per quel determinato paziente, riportando i riferimenti completi del prescrittore, le caratteristiche specifiche del prodotto indicate nalla prescrizione e la dichiarazione che il dispositivo e’ conforme ai requisiti essenziali. Un collaudo definitivo dell’ausilio sarà richiesto allo stesso specialista che ha redatto la richiesta per conto del SSN, che quindi corrisponderà direttamente la spesa all’ottico.

Per ottenere il sussidio della Azienda Sanitaria Locale, date le diverse impostazioni regionali, vi invitiamo a rivolgervi all’Ufficio competente (Ufficio invalidi o ufficio protesi etc.) o al servizio pubblico per l’assistenza medico specialistica agli ipovedenti. Coloro che non ricadono nei requisiti previsti per il riconoscimento della disabilità potranno riportare le spese di occhiali e ausili nella compilazione del 730 secondo la vigente normativa fiscale.